Mare Nostrum

Mar Mediterraneo “MARE NOSTRUM”

Quando siamo rientrati a scuola, dopo le vacanze estive, ognuno di noi ha raccontato dei luoghi che aveva visitato.

La maggior parte di noi era stato al mare, chi sul Tirreno, chi sull’Adriatico, chi nello Ionio o in Sardegna, altri in Sicilia.

Abbiamo parlato a lungo del mare, il Mar Mediterraneo, scoprendo molte informazioni sia storiche, che geografiche, ma anche legate al mondo della letteratura e all’attualità.

Infine abbiamo scritto un testo in cui abbiamo cercato di racchiudere tutte le cose che avevamo imparato, eccolo qui di seguito.

“Il Mar Mediterraneo si trova a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, bagna anche le coste del Medio Oriente; l’Italia, la Grecia, la Turchia, sono alcuni dei paesi che vi si affacciano.

Molti migranti, sia nel passato che nel presente, hanno attraversato il Mar Mediterraneo provando a fuggire dal loro paese o in cerca di condizioni di vita migliori: molti di loro arrivano oggi nel nostro paese in condizioni tragiche perché possono essere sopravvissuti a un naufragio o a forti tempeste.

La durata del loro viaggio dal paese d’origine è molto lungo, può durare anche quindici mesi e la tratta dei migranti è gestita da trafficanti e da delinquenti. Per affrontare queste rotte i migranti possono pagare dai 1500 dollari ai 4000 dollari.

Anche nel passato gli Antichi Greci sono emigrati in Italia per cercare terre fertili da coltivare e hanno fondato città che esistono ancora oggi, come Napoli o Crotone.

A Crotone uno di questi immigrati fondò una scuola di matematica molto famosa, era Pitagora.

Molte civiltà antiche si sono sviluppate sulle coste del Mediterraneo, come i Fenici che vivevano sulle coste dell’attuale Libano e sfruttavano il mare per la pesca dei molluschi dai quali ricavavano la porpora che poi commerciavano attraverso il mare in tutti  i paesi mediterranei.

Anche i Cretesi e i Micenei sono stati popoli che hanno sfruttato il Mediterraneo per diventare ricchi e potenti.

Attraverso il Mediterraneo queste civiltà si sono scambiate merci ma anche saperi e conoscenze prendendo le une dalle altre modi di fare, di scrivere e tradizioni culturali e religiose.

Purtroppo il nostro mare ha assistito anche a molte guerre, noi ne abbiamo conosciuta una che è quella fra i Micenei e la città di Troia.

Proprio da questa guerra sono nate le storie di due eroi famosissimi: Enea e Ulisse.

Enea era un profugo che fuggiva dalla guerra con suo figlio e suo padre, proprio come accade ancora oggi a tante persone; Ulisse era un re che, attratto dalla curiosità, si lasciò trasportare per tutto il Mediterraneo in cerca di nuove avventure.

Leggendo l’Odissea abbiamo conosciuto molti luoghi del Mediterraneo e ci siamo appassionati molto.”

Classe 5A


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.