A Loro del Salice si racconta che…

  • Il salice cresce vicino all’acqua lungo i fossi.
  • Di solito viene tagliato quando si potano le viti.
  • Dalle nostre parti è detto vinco o salcio.
  • Una volta i bambini con i suoi rami ci costruivano bambole e giochi.
  •  Con i rami ci si fanno cesti e si legano le viti.
  • I rami tagliati vengono messi nell’acqua per mantenere l’elasticità.
  • Il salice e il salcio sono della stessa famiglia, ma sono diversi: uno è per ornamento, l’altro si usa nell’agricoltura.
  • Ci sono diverse specie di salice.
  • Il legno bianco si presta per costruire casse, attrezzi e sculture.
  • Le foglie sono foraggio per gli ovini.
  • Ci sono salici selvatici.
  • Non resiste a basse temperature.
  • Sul salice ci sono leggende e poesie.
  • Il salice piangente, secondo una leggenda ha i rami rivolti in giù perché aveva aiutato Gesù  rialzarsi.
  • I celti pensavano che avesse poteri magici.
  • Si dice che “il salcio va piegato quando è piccolo”.
  • Si dice anche: “sei entrato in un salceto”

da fonti orali

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.