L’ultima uscita a Casale

Giovedì 10 maggio siamo andati a Casale.

Siamo entrati nell’orto e Dorothèe e Julien ci hanno fatto vedere alcune piantine che loro avevano fatto crescere dentro dei contenitori. C’erano piante di pomodori, zucchine,la bietola rossa e gialla,e alcune piante aromatiche. Ce le hanno descritte e ci hanno spiegato come trapiantarle. Prima di tutto si capovolge il contenitore sulla mano, si batte un po’ sul vaso poi delicatamente si toglie la pianta con la terra, si rompono un po’ le radici intricate e infine si mette nella terra, in un buchino; poi si ricopre…

Successivamente ci hanno mostrato l’orto. Abbiamo percorso i nuovi sentieri (c’erano anche le mattonelle) e abbiamo visto che molte piante sono cresciute. In particolare gli alberi da frutto erano pieni di foglie  verdi e di fiori. C’erano le  fragole verdi e con i fiori.

Dopo ci hanno mostrato il terreno dove avremmo dovuto trapiantare le nostre piantine. Ci siamo divisi in quattro gruppi: uno con Dorothèe, uno con Julien, uno con la maestra Maria Grazia, uno con la maestra Daniela.

Con molta cautela abbiamo preso le piantine di bietola, le abbiamo divise facendo attenzione ad non romperle. Le abbiamo piantate ad una distanza di circa 40 cm l’una dall’altra. Poi abbiamo piantato le zucchine ad una distanza di 80 cm una dall’altra. Alla fine abbiamo  annaffiato con degli annaffiatoi  e abbiamo usato l’acqua raccolta nei bidoni .

E’ stato molto faticoso ma ci è piaciuto tantissimo!

 

 

 

 

 

 

 


8 risposte a "L’ultima uscita a Casale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.